Sicurezza_sui_loghi_di_lavoro

Sicurezza sui luoghi di Lavoro

CONSULENZA IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

Sopralluoghi aziendali con successiva elaborazione di:

  • Assunzione incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;
  • Documento di valutazione del rischio (D.Lgs. del 9 Aprile 2008 n°81 Titolo I sez. II art. dal n°28 al 30);
  • Documento di valutazione del rischio rumore (TITOLO VII art. n°181-190 – D.lgs. n°81/08 e ss.mm );
  • Documento di valutazione rischio vibrazioni (Titolo VIII Art. da n°199 a 203 D.Lgs. n°81/08 e ss.mm.);
  • Documento di valutazione rischio chimico (D.Lgs. del 9 Aprile 2008 n°81 Titolo IX);
  • Documento di valutazione rischio movimentazione manuale dei carichi metodo niosh (D.Lgs. n°81 del 9 Aprile 2008);
  • Documento valutazione rischio incendio (D.M. del 10 Marzo 1998 – D.Lgs. n°81 del 9 Aprile 2008);
  • Documento valutazione microclima;
  • Documento valutazione luxometrica;
  • Documento valutazione stress lavoro correlato;
  • Piani di evacuazione;
  • Piani operativi di sicurezza(D.Lgs. n°81 del 9 Aprile 2008 Allegato XV);

Quali Aziende devono adeguarsi
Devono adeguarsi al D.Lgs. 81/08 tutte le aziende pubbliche e private con almeno un “lavoratore”, incluse le attività d’ufficio più semplici e le piccole attività commerciali, le imprese famigliari ed i lavoratori autonomi. Le problematiche da affrontare sono molte e comportano un impegno in prima persona da parte del datore di lavoro, sul quale gravano i principali oneri e responsabilità di carattere penale.

E’ importante precisare che le disposizioni di tutela previste dal decreto si applicano non solo in presenza di lavoratori con contratto di tipo subordinato. Sono infatti inseriti nella definizione di “lavoratore” i soci lavoratori, gli associati in partecipazione, e praticamente tutte le tipologie di lavoratori ed assimilati, compresi gli stagisti, i tirocinanti, gli allievi (nel caso in cui svolgano attività di laboratorio, videoterminali compresi), indipendentemente dal fatto che sia percepita o meno una retribuzione. I lavoratori a progetto rientrano nella responsabilità del datore di lavoro solo se operano presso i luoghi di lavoro dello stesso.