Archivi categoria: Eventi e News

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 25 MARZO 2018 – ore 9,30

Osteoporosi e carenza di vitamina D. Un problema trascurato o mal gestito

Nel paese del sole circa il 70% delle donne italiane presenta una carenza di vitamina D e
questa è la principale causa dell’Osteoporosi .
Tutti sappiamo che questa vitamina è attivata dai raggi del sole! Eppure, nonostante
questa semplice precauzione sia facilmente riscontrabile con semplici esami di
laboratorio il problema continua ad essere trascurato o mal gestito. Ecco perchè
continuiamo ad affermare che
Prevenire e curare l’Osteoporosi e’ possibile!

 

 

 

A cura del Dott. Giuseppe FRANCHI, Specialista in Medicina Interna e in Reumatologia ,
già responsabile dell’Unità Operativa dipartimentale di Immunologia Clinica, presso
A.C.O. San Filippo Neri, docente presso l’Università Cattolica Policlinico Gemelli.

Prenota online

 

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 8 APRILE 2018 – ore 9,30

Agopuntura- auricoloterapia

L’Agopuntura è una tecnica terapeutica della Medicina Tradizionale Cinese giunta ai nostri
giorni dopo duemila anni di pratica clinica. Con l’Agopuntura è possibile trattare numerose
malattie acute e croniche, attraverso la stimolazione di determinate zone cutanee con
sottili aghi metallici, allo scopo di ripristinare un equilibrio alterato da qualsiasi causa.
Vengono rilasciate numerose sostanze endogene, le quali agiscono sul sistema
immunitario, hanno un effetto sedativo sul sistema nervoso, un’azione di riequilibrio su
varie funzioni organiche (motilità intestinale, pressione arteriosa,etc.) ed una attività
antinfiammatoria e antidolorifica.

  •  La seduta di agopuntura dura mediamente 30 minuti.
  • Di norma si effettua una seduta alla settimana.
  • Già dalle prime 3 sedute si evidenziano miglioramenti del quadro clinico.
  • L’infissione dell’ago è essenzialmente indolore.
  • È associabile a qualunque terapia fisica o farmacologica.

Apparato Osteoarticolare (Lombalgie – Sciatalgie – Cervicalgie – CervicobrachialgieGomito: epicondilite – epitrocleiteSpalla: periartrite scapolo-omerale
Anca: coxartrosi- gonartrosi) Artrosi – Artrite – Tunnel Carpale – Tendiniti

Apparato Gastro-Intestinale (Reflusso gastroesofageo – Gastriti – Coliti – Stitichezza)

Ansia – Insonnia – Malattie Otorinolaringoiatriche – Vertigini – Riniti – Sinusiti – Asma
allergico

 

 

A cura del Dott. Nicola SAMA’

Prenota online

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – SABATO 21 APRILE 2018 – ore 9,30

GIORNATA DI PREVENZIONE DEL GLAUCOMA

La prevenzione è la medicina del futuro!
Il Glaucoma è stato definito un ‘killer’ silenzioso perché insorge in modo subdolo
senza manifestazioni eclatanti.
In Italia la sua prevalenza nelle varie forme è stata stimata circa dell’1,5% della
popolazione generale, ma se consideriamo gli ultrasettantenni parliamo di una
prevalenza del 6-7%. Il problema principale è la mancanza di diagnosi in circa il 50%
dei casi e l’aumento dell’età media della popolazione, porterà inevitabilmente a un
peggioramento del quadro.
L’iniziativa si propone come obiettivo di individuare, con una valutazione oculistica
specifica, i soggetti a rischio.

 

 

A cura della Dott.ssa Maria Antonella Cori
Medico Chirurgo Specialista in Oculistica
presso l’European Hospital e la Clinica Città di Roma

Prenota online

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 6 MAGGIO 2018 – ore 9,30

GIORNATA DI PREVENZIONE UROLOGICA

MATTINATUMORE ALLA PROSTATA
A partire dai 45 anni di età è consigliabile effettuare controlli periodici mirati
all’individuazione precoce e alla prevenzione di patologie urologiche. L’Urologo vigila sulla
salute dei pazienti in tutte le varie età della vita maschile con una particolare attenzione
per gli uomini che hanno superato i 50 anni di età.

POMERIGGIOL’INCONTINENZA FEMMINILE
I sintomi più frequenti sono una sensazione di pesantezza nel basso ventre, cistiti
frequenti. L’;incontinenza ed il prolasso non sono patologie da subire passivamente. Non
esiste un singolo trattamento per tutti. Valutando in tempo questi disturbi si possono
ridurre drasticamente i disagi ed in molti casi li si può risolvere completamente.

 

 

A cura del Dott. Giuseppe Borgoni
Medico Chirurgo Specialista in Urologia presso l’Aurelia Hospital

Prenota onlie

Pedana Propriocettiva Delos

Nel nostro centro fisioterapico IRMED è applicata nel campo della prevenzione di cadute e traumi; della riabilitazione per riprogrammare la stabilità posturale ed il controllo propriocettivo; dello sport per favorire e mantenere prestazioni ad alto livello.


Corriere della Sera Mercoledì 8 Novembre 2017
di Giulia Cimpanelli

image001

Delos, la startup torinese che piace ai Chicago Bulls

Nata col basket Cantù, la tecnica riabilitativa ha conquistato l’Nba

E’ stata inventata a Torino ma la stanno già usando diverse squadre della National Basketball Association (Nba) del calibro degli Utah Jazz, dei Chicago Bulls, dei Brookling Nets e dei Los Angeles Clippers. Insomma, il gotha della palla arancione. Per progettarla e perfezionarla, Dario Riva, medico e direttore del Centro ricerche sul movimento umano dell’Università di Torino, ha seguito come preparatore e medico atleti del calibro di Ronaldo (quando giocava nell’Inter) e di Deborah Compagnoni. Tutto ha inizio nel 1997 quando Riva crea la prima versione elettronica della tavola propriocettiva di Freeman e fonda la start up Delos. La «Metodologia Delos» consente di ottimizzare il controllo motorio e riprogrammare gli equilibri posturali in adolescenti, atleti, disabili e anziani con il Delos postural proprioceptive system, un software che consente di effettuare cinque test che indagano l’influenza dell’informazione propriocettiva, visiva e vestibolare sul controllo posturale e sul movimento in varie situazioni di appoggio.
La tecnica ha proprio il fine di ristabilirla. Gli sportivi sono come una Ferrari con le gomme di un’utilitaria: eccellente preparazione atletica ma scarsa abitudine a situazioni differenti (campi sconnessi, movimenti diversi); questo fa si che siano inclini agli infortuni. Non a caso è proprio uno sportivo ad aver portato Delos in America. Anthony Giovacchini, un giocatore italo americano, nel 2008 militava nella Pallacanestro Cantù ma, dopo quattro gare, un grave infortunio lo costringe a terminare anzitempo l’anno: “tornato in America gli avevano prospettato la fine della carriera -racconta Riva- con il metodo Delos ha recuperato completamente ed è tornato a giocare in serie A”.
A fine 2013 gli Utah Jazz acquistano il primo sistema Delos e vengono subito imitati dai Dallas Maveriks. Oggi la società vanta tra i propri clienti 14 squadre del campionato Nba. Sono 900 le macchine distribuite e usate in ambito riabilitativo e sportivo in Italia e Stati Uniti. Nel 2016 la Delos ha fatturato 400 mila euro.
La “macchina dell’equilibrio” è composta da un monitor per la visualizzazione dei feedback e una tavola basculante elettronica che consente di agganciare i centri sottocorticali del cervello del paziente al tracking visivo visualizzato sul monitor in tempo reale. Questo aggancio, che rende al paziente la prova più difficile, induce flussi propriocettivi ad alta frequenza in grado di riprogrammare il sistema di controllo posturale e del movimento. “Lo stile di vita sedentario dei nostri tempi -commenta il medico- ha condotto alla regressione globale delle capacità motorie”. La strada per recuperarle è l’instabilità: “L’80% dei movimenti umani avviene su un piede solo”. Delos ora cammina su due.

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 23 OTTOBRE 2016 – ore 9,30

Una giornata dimostrativa della nuova tecnologia LASER per la terapia di:

ERNIE DEL DISCO, TRATTAMENTI DELL’ARTROSI, STATI DOLOROSI MUSCOLARI E ARTICOLARI CRONICI E ACUTI, SINTOMATOLOGIE DOLOROSE DA TRAUMI SPORTIVI La tecnologia K-Laser, erogando  un’elevata quantita’ di energia in profondita’, produce una biostimolazione dei tessuti danneggiati  provocando un sollievo immediato del dolore già dalle prime applicazioni. Gli effetti biologici che otteniamo sono:

  • riduzione dell’infiammazione
  • riduzione del dolore
  • miglioramento dell’attivita’ vascolare
  • incremento dell’attivita’ metabolica
  • miglioramento della funzione nervosa
  • miglioramento dello stato di guarigione di ferite dei tessuti molli

Con pochi minuti di terapia per ciascuna seduta e con sedute effettuate a giorni alterni, si ottengono ottimi risultati.

 

 

A cura della Dott.ssa Michela MARTINI

Prenota online

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 26 MARZO 2017

OSTEOPOROSI E CARENZA DI VITAMINA D. UN PROBLEMA TRASCURATO O MAL GESTITO

Nel paese del sole circa il 70% delle donne italiane presenta una carenza di vitamina D e questa è la principale causa dell’Osteoporosi .

Tutti sappiamo che questa vitamina è attivata dai raggi del sole! Eppure, nonostante questa semplice precauzione sia facilmente
riscontrabile con semplici esami di laboratorio il problema continua ad essere trascurato o mal gestito.
Ecco perchè continuiamo ad affermare che

 Prevenire e curare l’Osteoporosi e’ possibile! 

 

 

A cura del Dott. Giuseppe FRANCHI

Prenota online

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 02 APRILE 2017

LASER TERMICO AD ALTA FREQUENZA PER LA TERAPIA DEL DOLORE

Una giornata dimostrativa della nuova tecnologia LASER per la terapia di:

ERNIE DEL DISCO, TRATTAMENTI DELL’ARTROSI, STATI DOLOROSI MUSCOLARI E ARTICOLARI CRONICI E ACUTI, SINTOMATOLOGIE DOLOROSE DA TRAUMI SPORTIVI La tecnologia K-Laser, erogando un’elevata quantita’ di energia in profondita’, produce una biostimolazione dei tessuti danneggiati provocando un sollievo immediato del dolore già dalle prime applicazioni. Gli effetti biologici che otteniamo sono:

  • riduzione dell’infiammazione
  • riduzione del dolore
  • miglioramento dell’attivita’ vascolare
  • incremento dell’attivita’ metabolica
  • miglioramento della funzione nervosa
  • miglioramento dello stato di guarigione di ferite dei tessuti molli

Con pochi minuti di terapia per ciascuna seduta e con sedute effettuate a giorni alterni, si ottengono ottimi risultati.

 

 

A cura della Dott.ssa Michela MARTINI,

Prenota online

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 07 MAGGIO 2017

SCREENING DELL’ANSIA E DELLO STRESS

Ansia e Stress sono sensazioni del tutto naturali che ognuno di noi sperimenta normalmente nella propria vita; infatti, fino ad un certo livello, ci sono d’aiuto nel prepararci ad affrontare le sfide della vita e ad agire in modo efficace (ad esempio studiare per un esame, conoscere persone nuove, affrontare un colloquio di lavoro).

In alcuni periodi però può succedere che, il protrarsi di alcune situazioni difficili, possa portare ad un aumento del livello di stress e di ansia con il manifestarsi di sensazioni di tensione fisica e mentale, preoccupazioni eccessive, nervosismo, agitazione. Queste sensazioni possono essere così spiacevoli da interferire con la vita quotidiana alimentando disagio, affaticamento e paura spesso difficili da gestire.

In questo senso può essere molto importante la valutazione del livello di ansia e stress che si sta provando al fine di prenderne consapevolezza ed essere informati rispetto ad eventuali strategie per migliorare il proprio benessere psicofisico.

 

 

A cura di Dott.ssa Elena Iannelli

Prenota online

LA PREVENZIONE DI DOMENICA – DOMENICA 6 NOVEMBRE 2016 – ore 9,30

La demenza è una malattia neurodegenerativa, caratterizzata dalla perdita progressiva delle funzioni cognitive, quali memoria, attenzione, linguaggio, tale da pregiudicare la possibilità di vivere una vita autonoma ed indipendente. E’ una malattia molto diffusa, soprattutto nella popolazione ultrasessantenne; secondo il Rapporto Mondiale Alzheimer 2015, in Italia si è già superato il milione di persone con demenza, e si stima che tale numero sia destinato a crescere.

Studi recenti indicano che già diversi anni prima il suo esordio clinico siano presenti alterazioni cognitive, rilevabili mediante strumenti neuropsicologici standardizzati e che questa fase di “quasi malattia”, definita “Decadimento cognitivo lieve”, converga nel 40% dei casi in una demenza conclamata nei successivi 4 anni.

Appare quindi di fondamentale importanza un’attività di prevenzione che consenta di distinguere i cambiamenti legati all’età da quelli invece presenti nelle primissime fasi della demenza; solo attraverso la prevenzione è infatti possibile anticipare l’intervento terapeutico e riabilitativo, rallentare la degenerazione progressiva dei sintomi e ritardare la perdita dell’autonomia, migliorando così la qualità di vita della persona affetta e di chi se ne prende cura.

 

A cura della Dott.ssa Annalisa MADAU

Psicologa, Esperta in Neuropsicologia Clinica

presso APICE, Associazione e Centro di Psicologia e Psicoterapia

Prenota online